Dam – Il Pagante testo

Testo Il Pagante – Dam

Volo in after ad Amster.
Troppo trasgre.
Frate per ‘sta roba mi faccio le vasche.
Qua mi imbosco nelle frasche.
Così goffo che mi cade il moffo dalle tasche.
Minc*ia frate vado all’Ade.
Ho convinto anche mia madre.
Bombe a mano, Bin Laden, canne laser.(dam)

Non c’è libertà.
Tutti ad Amsterdam.
Visa e Master Card.
Mica braso il moffo pacco.
Solo roba fresca presa a Dam, Daaam, Daaam.
Mica braso il moffo pacco.
Solo roba fresca presa a Daaam, Daaam, Daaam.

In fondo eri contentissima.
Quando guardando Amsterdam.
Non ti importava.
Ca**o mene di Van Gogh.
Dei mulini e dei musei.
Shopping dentro i coffee shop.
Solo super lemon haze.
Poi, nei quartieri tipo night.
Vedo lei, non mi ama mai.
Pago e toglie il Yamamay.
Mangio dragons da Inamai.
Non credo più ai miei hobby.
Saranno ‘sti funghetti.
Vedo palazzi storti.
È il paese dei balocchi.
Fra siamo qua a casa di Anna Frank.
Tutti quanti fatti di pane?
Per la fame chimica, burger bar.
Succede solo ad Amsterdam.
Dam, Daaam, Dammm.(x4)
Il Pagante
Video Pagante